Capita! Anche di frequente. Stai conversando con una donna e lei magari, ad un certo punto, dice: “vorrei un uomo dolce, sensibile, carino, che mi faccia ridere…”. E 5 minuti dopo la vedi abbracciata a un pregiudicato.

Per noi uomini stessa cosa. Quante volte ci capita di dire “vorrei una donna che crede nei valori perché in un rapporto è importante la fedeltà, la sincerità…” E poi facciamo quel che facciamo.

Un altro esempio, questo è successo a tutti almeno una volta nella vita. Ti fai una storia, la storia arriva alla data di scadenza e ti ritrovi in pizzeria a tu per tu con la persona che ti sta lasciando. E quella comincia a infarcirti la testa con un sacco di belle parole, bei discorsi, frasi da finale di miss Italia.

E’ chiaro che ciò che sta dicendo non lo pensa. Lo sta dicendo semplicemente per salvare la faccia di fronte alla stampa, per giustificare in maniera politicamente corretta la sua decisione di lasciarti.

Queste cose non accadono solo in ambito sentimentale. Accadono anche nelle normali azioni quotidiane. Pensate ad esempio a quelli che vanno in giro a dire: “eh la pena di morte è una barbarie, roba da medioevo, siamo nel 2017…” Provate a parcheggiargli la macchina davanti al passo carraio; vedete se in un istante non passa dal 2017 al medioevo e vi infilza con una balestra!

Noi umani siamo fatti così, dobbiamo farcene una ragione: con la bocca diciamo tante belle cose ma con i fatti facciamo tutt’altro.

Ma perché?

Perché quando qualcuno tira fuori le belle parole, i ragionamenti politically correct, le frasi da finale di miss Italia, sta parlando con la mente logica. Il che significa che sta mentendo, in primo luogo a se stesso. Sicuramente in buona fede e magari ci crede pure a quello che dice.

Ma il problema qual è?

Il problema è che la mente logica non ha alcun potere decisionale. Non ha il potere di passare dalle parole ai fatti, perché questo potere ce l’ha l’inconscio. E l’inconscio ha altre priorità: non dà quasi mai retta alla mente logica, perché sa che la mente logica dice un sacco di fesserie, di bugie.

Questo cosa ci fa capire? Ci fa capire che se vogliamo guidare una persona verso una decisione, un comportamento o un processo d’innamoramento (che è poi la cosa che ci interessa di più), dobbiamo parlare al suo inconscio.

E il linguaggio dell’inconscio è completamente diverso da quello della mente logica. E’ fatto di simboli, di metafore, d’impulsi, contrasti, anche di follie.

Per cui è perfettamente inutile cercare di persuadere qualcuno rivolgendosi alla sua mente logica. Sicuramente ti starà ad ascoltare, magari sarà pure d’accordo con quello che dici, ma alle parole non seguiranno mai i fatti!

Tag: